Cavallermaggiore

Dai Templari agli Street Artists

Come per il vicino borgo di Cavallerleone, il nome di Cavallermaggiore ebbe origine, secondo gli storici, dalla presenza di allevamenti di cavalli da lavoro. Li immaginiamo a servizio dell'Abbazia di Novalesa che tra il X e l'XI secolo possedeva beni sul territorio. Ci testimonia quel periodo la Chiesa di San Pietro, l'edificio più antico della città, oggi circondato da un giardino che fa parte del progetto “Essenza del territorio”.

A quel medioevo misterioso fanno riferimento la chiesa di Santa Maria della Pieve ricostruita poi in un esuberante stile neogotico e le interessanti tracce di beni che riportano ai cavalieri dell'Ordine dei Templari. Il momento cruciale della storia del borgo fu il passaggio ai Savoia nel XIV secolo. Da allora fu feudo dei Principi d'Acaia e di quelli di Carignano, della casa Reale da Carlo Alberto fino a Vittorio Emanuele III.
Nel '700, sotto l'ala dei Principi di Carignano, Cavallermaggiore fiorì con architetture di pregio: chiese di grande importanza per impianto, decori ed apparati scultorei la arricchirono dando al piccolo borgo una rara nobiltà. Il tempo ha conservato quell'atmosfera elegante e composta.

È piacevole aggirarsi tra le vie scoprendo scorci affascinanti o infilarsi in qualche cortile come quello del prezioso Palazzo Garneri oggi sede municipale. Cavallermaggiore è noto anche per il suo tradizionale presepe storico di oltre 300 metri quadrati di superficie, ma la città sa parlare anche il linguaggio moderno dell'arte come dimostrano le opere di numerosi street artists che hanno lavorato in diverse edizioni per l'Urban Art Festival.


Studio e progettazione percorso di visita accessibile

Lo studio presentato, effettuato attraverso la consulenza di una nostra guida turistica, ha valenza di ricerca in campo di turismo accessibile su uno dei Comuni facenti parte del progetto finanziato dalla Fondazione Compagnia di San Paolo “Il sentiero sul Maira, La voce lenta del Cielo e delle stagioni”. Il sito descritto offre numerosi spunti di lavoro e implementazione per lo sviluppo di progetti turistici accessibili futuri in sinergia all’amministrazione Comunale di Cavallermaggiore. Lo studio vuole anche essere uno stimolo per gli altri Comuni lungo “il Sentiero sul Maira" per ragionare su percorsi di visita accessibile.

SCARICA PDF

Distanze
  • Dal Sentiero sul Maira al Palazzo Comunale: circa 860 – 13 minuti a piedi
Ristorazione Farmacia Trasporti pubblici Bancomat

SCOPRI TUTTE LE OFFERTE

Seleziona la tua lingua

COUNTRY TRAVEL TOUR OPERATOR
Via Pascal, 7 - 12100 Cuneo Tel. 0171/69.62.06 - 0171/69.87.49 - Partita Iva 02063980045