Villar San Costanzo

Storia, leggenda e natura per un “luogo dove poter crescere”

Villar San Costanzo prende il nome dal martire della legione tebea che, secondo la leggenda, fu ucciso sul Monte Bernardo. Sul sacello del Santo sorse un luogo di culto che attirò l'attenzione dei Marchesi di Saluzzo. Costanzo divenne uno dei patroni del loro stato. La Basilica di San Costanzo al Monte è oggi uno dei più prestigiosi esempi di architettura romanico-gotica del Piemonte. Villar fu anche il luogo scelto dai monaci benedettini per erigere, tra VII e VIII secolo, un monastero che fu luogo di cultura e motore dell'agricoltura locale. La Parrocchiale di San Pietro in Vincoli è ciò che resta del monastero e conserva una cripta dell'XI secolo e la quattrocentesca Cappella di San Giorgio.
A quei secoli fa riferimento il Parco Storico Didattico Cannetum. Villar San Costanzo è un'eccellente punto di partenza per conoscere l'Alta Valle Maira nonché un territorio dove la natura offre straordinarie opportunità di scoperta e di svago. La Riserva Naturale dei Ciciu del Villar permette di scoprire i particolari fenomeni di erosione grazie a percorsi segnalati e ad un calendario di iniziative annuali. Numerosi sentieri e percorsi su tranquille strade vicinali consentono di esplorare il territorio. Tra questi segnaliamo la possibilità di percorrere un itinerario ad anello che comprende il Sentiero del Maira.


La riserva naturale dei Ciciu del Villar

La Riserva dei Ciciu del Villar è sotto la tutela delle Aree Protette Alpi Marittime dal 1989. Dal punto di vista naturalistico rappresenta una autentica rarità all'interno del patrimonio ambientale piemontese per le caratteristiche colonne di erosione a forma di fungo che la rendono unica nel suo genere e per la ricchezza della fauna che è possibile osservare nei pochi ettari destinati a protezione. Un censimento effettuato nel 2000 ha rilevato 479 formazioni a volte isolate, a volte raggruppate. Le dimensioni variano dai 50 centimetri ai 10 metri. Le più diffuse non superano i 2 metri. Il diametro del "gambo" varia tra 1 e 7 metri, mentre quello del "cappello" può arrivare fino ad 8 metri.

La Riserva è caratterizzata da una serie di percorsi che permettono, in base al tempo a disposizione e al tipo di fruizione, di scoprire i vari aspetti che la caratterizzano. Si va da una passeggiata semplice di circa 750 metri fino al sentiero più impegnativo di circa 7 chilometri. Dedicati alle famiglie sono i percorsi brevi “Ciciuvagando” e quello lungo il Canyon Rio Bello dove si può scoprire il mondo degli animali del territorio. L'area della Riserva è visitabile tutto l'anno. È dotata di servizi igienici ed aree attrezzate per il pic-nic. Presso il "Centro visite" si può reperire materiale informativo. Su prenotazione è possibile effettuare visite guidate.

www.provillar.it

Percorsi collegati
Distanze
  • Dal Sentiero sul Maira al Parcheggio della Riserva Naturale: circa 400 metri
informazioni Turistiche Assistenza biciclette Ristorazione Pernottamento Farmacia Trasporti pubblici Bancomat

SCOPRI TUTTE LE OFFERTE

Seleziona la tua lingua

COUNTRY TRAVEL TOUR OPERATOR
Via Pascal, 7 - 12100 Cuneo Tel. 0171/69.62.06 - 0171/69.87.49 - Partita Iva 02063980045